Presentarsi in un gruppo WhatsApp

Quando veniamo aggiunti in gruppo WhatsApp di cui non conosciamo tutti i membri e sempre bene esordire con una nostra piccola presentazione, specificando chi siamo e perché siamo lì. Ma anche presentare il gruppo ai nuovi può essere una buona idea!
presentarsi in un gruppo whatsapp

In un altro blog post abbiamo visto come comportarsi in un gruppo WhatsApp per evitare di far saltare i nervi agli altri partecipanti, lasciando però da parte una questione che per molti può sembrare semplice ma che per tanti non lo è: come presentarsi in un gruppo whatsapp?

Già, perché se a una prima occhiata può sembrare un’operazione piuttosto superflua, in realtà presentarti appena entri in gruppo WhatsApp non solo è una questione di educazione, ma può essere utile anche agli altri partecipanti.

Perché presentarsi al gruppo WhatsApp

Presentarsi e rompere il ghiaccio non è sempre un’operazione semplice, ma spesso è importante sapere perché nuove persone sono entrate nel gruppo, specialmente in tutti quei gruppi WhatsApp che vedono spesso l’ingresso di nuove persone, come il gruppo “genitori scuola 2020” o quelli dedicati a eventi e/o appuntamenti.

Ti dico la verità: nel tempo libero alleno dei bambini e ogni tanto capita che – per vari motivi – sulla chat vengano aggiunti nuovi numeri di telefono; numeri che, nella maggior parte dei casi, non ho in rubrica.

E questo può provocare oltre che dei dubbi (Chi sei? Che ci fai qui?) anche delle difficoltà nella comunicazione (la mamma di Marcolino c’è sul gruppo oppure no?).

Ed ecco perché presentarsi in un nuovo gruppo WhatsApp è utile tanto quanto presentarsi a un nuovo gruppo nella vita reale.

Come presentarsi in gruppo?

Nella maggior parte dei casi non è necessario presentarsi in un gruppo WhatsApp, visto che spesso entriamo in gruppi di persone che già conosciamo o che sono già state avvisate del nostro arrivo.

Negli altri casi, invece, ecco qualche semplice idea su fare il nostro ingresso:

  • Quando veniamo inseriti in un gruppo dobbiamo subito dire chi siamo, in modo che gli altri possano identificarci e salvare il nostro numero, così da non dover fare affidamento sul nome che abbiamo messo nelle impostazioni dell’App;
  • Ringraziare per essere stati inseriti menzionando chi e perché l’ha fatto è anch’essa una buona idea, a patto che non ci venga voglia di strafare e annoiare tutti;
  • Una volta che ci siamo presentati e siamo stati riconosciuti da qualche partecipante evitiamo di iniziare una conversazione one-to-one su quanto siamo felici di far parte dello stesso gruppo;
  • Nel caso dovessero arrivare dei messaggi di benvenuto è sempre meglio una risposta cumulativa in modo da non intasare un luogo nato per comunicazioni diverse dai saluti.

Un caso un pochettino diverso è, invece, quello in cui veniamo inseriti nel gruppo WhatsApp del compleanno di Tizio, del Capodanno, della Laurea o di quello che vuoi. In questo caso possiamo essere meno formali e lasciarci andare a qualche battuta in più, avendo sempre bene in testa che non dobbiamo comunque esagerare o monopolizzare il gruppo.

Ovviamente questi sono solo (alcuni) suggerimenti su come presentarsi quando si entra in un gruppo WhatsApp, ma ognuno potrebbe scegliere di percorrere la sua strada. In ogni caso, però, cerca di non esagerare: pensa se tutti i nuovi membri dovessero partire a fiamma con messaggi di ogni genere.

Presentare il gruppo WhatsApp

Esistono dei gruppi in cui, per varie ragioni, il membri cambiano rapidamente e in numero considerevole: in questi casi, una buona idea per gli amministratori potrebbe essere quella di presentare il gruppo, ricordandone anche le regole principali.

Certo, questa operazione diventa difficile da fare ogni volta che viene inserito un nuovo membro, ma in caso di “infornate” potrebbe essere utile e comodo farlo e non lasciare al solo nome del gruppo la funzione esplicativa.

Potremmo, ad esempio, inoltrare il solito messaggio di benvenuto o rimandare al documento con le regole di netiquette del gruppo che abbiamo caricato nella sezione Media, link e documenti (perché l’hai fatto, vero?).

Conclusione: una prima bella impressione nel nuovo gruppo WhatsApp

Un po’ di buona educazione, come abbiamo visto, fa sempre piacere. A questo aggiungi pure che capita spesso di essere inseriti in gruppi di cui non conosciamo tutti i membri o nei quali siamo gli ultimi arrivati e capisci subito l’importanza di presentarsi in un gruppo WhatsApp.

Per gli amministratori, come abbiamo visto, una buona idea potrebbe invece essere quella di presentare il gruppo, ricordandone gli scopi e le regole prima che la situazione ci sfugga di mano, evitando però di riempire la chat. Ed è per questo che questo consiglio andrebbe applicato solo in gruppi e circostanze specifiche, mentre negli altri il rimando alla netiquette deve essere fatto solo quando necessario.

Infine, per chiudere, c’è anche da dire che nella maggior parte dei casi presentarsi è superfluo, come ad esempio nel nostro gruppo di amici, colleghi e famigliari.

Erick Bazzani
Social Media Manager, copywriter e formatore freelance. Le mie giornate si dividono tra l'aula e l'ufficio, quindi se vuoi contattarmi ti chiedo di farlo con una mail. Leggi la bio completa: è bellissima! ;)