Se mi segui da un po’ sai che l’universo delle notizie false e dei siti complottisti mi incuriosisce per tutta serie di ragioni, al punto da aver provato, non senza imbarazzo, a passare una giornata sui siti complottisti.

Ci ho messo un po’ di tempo, ma mi sono reso conto di come sentissi un bisogno quasi fisico di riprendere in mano l’argomento e trattarlo in modo più approfondito e così è nata questa piccola “guida social ai complotti”. Che poi non è una vera guida, ma mi piaceva il nome.

È un lavoro in divenire, che verrà aggiornato qui a cadenza mensile e che, al momento, prevede 5 diversi capitoli.

3 indizi per riconoscere un sito pseudoscientifico

Partiamo da qui. Nella maggior parte dei casi, riconoscere un sito pseudoscientifico è abbastanza semplice. Esistono infatti dei segnalatori davvero efficaci che, se non convincerci al 100%, devono almeno fungere da campanello d’allarme e farci aspettare un momento prima di condividere il post.

Gli errori di ragionamento #1

La grande confusione che si è generata sul tema delle pseudoscienze unita al crollo verticale della credibilità di governi, piattaforme e istituti scientifici si basa anche su errori di ragionamento piuttosto comuni, che possono essere fatti in maniera inconscia o, più probabilmente, sfruttati volontariamente da attori interessati. Vai al post.

Gli errori di ragionamento #2

La seconda puntata dedicata agli errori di ragionamento coinvolge invece entrambe le parti in causa. Perché se è vero che i complottisti usano queste armi per i loro interessi, è altrettanto vero che siamo noi stessi, più o meno inconsciamente, a farvi ricorso. Come nel caso di quel comportamento che viene fatto ad hominem.

Qualche piccola cosa che possiamo fare fin da subito

La buona notizia è che non siamo totalmente disarmati: ci sono dei comportamenti che possiamo tenere per ridurre il rischio di essere attratti dal canto delle sirene complottiste. Il problema è che per farlo dobbiamo prima di tutto smettere di indignarci a scatto e leggere gli articoli in cerca di alcuni dei segnali che ho inserito nel post.

Cosa dovrebbero fare i colossi e i governi

Da soli, però, siamo poco. Questo capitolo è dedicato a quei comportamenti che secondo me dovrebbero tenere i colossi, i social, i governi e la comunità scientifica dal punto di vista della comunicazione. Perché diciamocelo: così non funziona proprio.

Buona lettura.