Spank è un cane di campagna ed è abituato a stare all’aperto e a vedere altri animali, ma c’è qualcosa che davvero continua a sorprenderlo e ad attirare la sua attenzione: la zona delle galline. Tutto quel vociare e quel vederle andare a zonzo tranquille e il fatto che quella sia l’unica zona off-limits per lui, rendono davvero troppo interessante la questione. Essendo lui un cane furbissimo e un attento osservatore, dopo mesi di calcoli ha scoperto l’algoritmo per raggiungere quella zona; quei due o tre minuti in cui la “vigilanza umana” si distrae e lui riesce ad entrare.

Ora, un cane che si lancia a bomba in mezzo alle galline non farebbe pensare a nulla di buono…

… e invece, a parte qualche piuma e un po’ di spavento non succede nulla: il cane torna fuori sconfitto e le galline riprendono le loro fondamentali attività quotidiane come se nulla fosse. Ma come è possibile tutto questo? E soprattutto, cosa c’entra questo con il marketing?

Il modo migliore per rimanere a bocca asciutta

Con questa storia abbiamo scoperto il modo migliore per rimanere a bocca asciutta: non scegliere il target in modo accurato. Non avere ben chiaro a chi vogliamo rivolgerci ci porterà infatti a spendere un sacco di energie e di risorse in qualcosa che non porterà profitto. Nel caso di Spank, le galline; nel caso di un’azienda il raggiungimento dei suoi obiettivi di business.

Quindi, se non vogliamo fare come lui è meglio che ci concentriamo su due aspetti fondamentali e preliminari:

L’importanza del target

Da ripetere fino allo sfinimento: non puoi parlare a tutti e non puoi vendere a tutti. Per comunicare in modo efficace devi per forza prendere delle decisioni e stabilire a chi vuoi proporre il tuo prodotto servizio. Pensaci: ci sarà sicuramente qualcosa che a te non piace o non interessa, giusto? Ecco, quindi sicuramente ci sarà qualcuno che non ama quello che proponi o non è interessato ad acquistare quello che vendi.

E cercare di attirare l’attenzione di qualcuno fuori target non solo non ti porterà nessun risultato, ma richiede anche l’utilizzo di risorse che potresti impiegare meglio altrove. Insomma, un costo inutile da sostenere.

Oltre a permetterti di non sprecare budget, una corretta definizione del target ti permetterà anche di sapere in che modo parlare ai tuoi potenziali clienti, quali tasti toccare per attirare la loro attenzione e quali strumenti utilizzare per farlo. E se pensi che questo sia qualcosa di poco conto, pensa a quello che fanno i pescatori:

Escludendo la possibilità di andare a pesca con la dinamite (vietato ed estremamente oneroso), una volta scelta la loro preda dovranno:

1 – Capire dove troveranno il pesce che hanno scelto

2 – Valutare se la quantità di pesce disponibile sarà sufficiente a giustificare lo sforzo

3 – Scegliere con cura l’esca e gli strumenti da utilizzare per non rimanere a bocca asciutta

4 – Differenziarsi dai loro rivali per pescare più pesce di loro

Tutto questo non sarebbe ovviamente possibile senza una corretta riflessione iniziale su quale pesce vorrebbero pescare. Succede ancora troppo spesso che si pensi che l’obiettivo sia quello di “vendere a tutti purché si venda”.

Mettila così: promuovere a tutti indistintamente potrà far aumentare le vendite di qualche unità, ma hai pensato a quanto ti costerebbe? Già, perché dal guadagno delle unità aggiuntive vendute devi anche sottrarre il costo delle promozioni non andate a buon fine.

Tornando al pescatore: dal pesce in più pescato con esce casuali dovrà sottrarre il costo di tutte quelle esche che non hanno portato a nulla o hanno permesso di pescare pesci indesiderati. Non proprio un affarone, non credi?

Cosa possiamo imparare da Spank?

In conclusione cosa possiamo imparare da Spank e dalla sua avventura nel pollaio? Probabilmente, se al posto di rincorrere tutte le galline avesse scelto la sua preda e avesse dedicato ad essa tutte le energie non sarebbe uscito dal pollaio a mani vuote.

Quindi, se non vuoi restare a mani vuote, ti suggerisco di identificare con cura il tuo target.

In questo modo eviterai di sprecare tempo e risorse in attività inutili e potrai goderti i risultati.