Le metafore incidono sulla SEO?

In un altro articolo ti avevo detto che, secondo me, quando scrivi devi prestare più attenzione al lettore che ai bot dei motori di ricerca. Devi scrivere tenendo a mente alcuni principi di ottimizzazione, ma non ragionare solo in quei termini. Quello che ti deve interessare veramente è creare valore per i tuoi lettori. Potrei usare una metafora. Non la userò e tra poco ti spiego il perché.

Certo, ottenere un buon posizionamento del tuo sito è fondamentale affinché qualcuno ti legga, ma devi dare la priorità al lettore. Scrivi un articolo utile, di facile leggibilità e che porti davvero qualcosa. Vedrai che alla lunga i risultati saranno dalla tua parte.

Metafore: posso usarle nei miei articoli?

L’italiano è una delle lingue più belle e complesse del mondo. E’ una lingua ricca, complessa e con una miriade di espressioni dialettali che piano piano sono entrate nell’uso comune. Sì, è vero, anche il ma però è stato accettato, ma però non mi piace proprio.

Poi ci sono le figure retoriche come metafore e similitudini che completano un panorama linguistico entusiasmante.

Purtroppo, e lo dico da amante delle metafore, Google potrebbe avere parecchie difficoltà nel riconoscere il senso di una frase espressa attraverso una metafora o una figura retorica. Ahimé, sempre di un computer si tratta (anche se molto intelligente) ed è quindi difficile pensare che riesca ad inserire la tua metafora all’interno di un contesto ed a coglierne il significato.
In quest’ottica, quindi, ti direi di ridurre il numero di metafore, così come le espressioni dialettali ed i proverbi, per evitare che facendo la scansione il tuo sito sembri un insieme casuale di parole.

Ti ho convinto? Bene, adesso cercherò di farti cambiare idea!

A chi stai scrivendo?

Se il tuo unico obiettivo è posizionare il sito e stai cercando di fare colpo su google sappi che non funzionerà. Google ha difficoltà a capire le metafore, ma non fa fatica a capire quando stai cercando di fregarlo; ti penalizza e riparti da 0. Anzi, certe volte anche da -1. L’unica cosa che puoi fare è bilanciare l’attenzione a ben figurare nella SERP con l’attenzione a farti capire ed apprezzare dal lettore. In pratica devi avere ottimi contenuti, ben scritti e ottimizzati. Ricetta semplice, no?

Ti sarai accorto che, gira e rigira siamo di nuovo ai contenuti. Se stai cercando di capire se sia conveniente usare delle metafore nel tuo articolo, probabilmente vuoi sapere:

1) Se possa essere utile usare figure retoriche, metafore ed espressioni dialettali e perché;

2) Se non serve a nulla;

3) Se abusando di metafore, figure retoriche ed espressioni dialettali puoi incorrere in una penalizzazione.

Giusto? Bene, ed è quello che cerco di darti con questo articolo: non prendere lucciole per lanterne, ti faccio un esempio:

Sei entrato in un negozio di tecnologia per acquistare un computer, è inutile che il commesso passi il tempo a mostrarti quanto sia utile un corso di posizionamento sui motori di ricerca, almeno finché non hai acquistato il computer e gli abbia raccontato del tuo interesse per il mondo SEO, giusto?

Ecco, forse il punto sta proprio in questo esempio: entra in sintonia con il lettore e tralascia per un attimo la preoccupazione per il mondo SEO. Pensa a scrivere un articolo per il lettore, ad aiutarlo a scegliere il computer dell’esempio. Una volta fatto questo, ottimizza il tuo articolo per ottenere risultati migliori. In coda alla cassa, il tuo cliente potrà decidere di acquistare anche il corso di posizionamento.

Conclusione: metafore sì o no?

Eccoci. Siamo partiti chiedendoci se l’utilizzo di figure retoriche come le metafore sia conveniente nello scrivere un articolo per il web, arrivando a due risposte possibili.

Lato SEO, Google potrebbe avere alcuni problemi nel comprendere le figure retoriche e potrebbe non essere troppo felice.

Lato utente, soprattutto per quanto riguarda alcune espressioni, può essere utile utilizzare le figure retoriche per aiutare il lettore ad orientarsi e trovarsi a suo agio.

La risposta definitiva sta nel mezzo: certo che puoi usare le figure retoriche, ma non abusarne. Cerca di rendere il tuo testo comprensibile a tutti e due i tuoi lettori tipo, i motori di ricerca e gli umani, per ottenere il risultato migliore.

Ah, in bocca al lupo!

Le metafore incidono sulla SEO? ultima modifica: 2015-09-04T16:03:26+00:00 da Erick Bazzani
Condivisioni