Pagine Facebook: trova la motivazione giusta!

La motivazione è il motore che ci guida quando dobbiamo prendere delle decisioni importanti per la nostra azienda. Anzi, a ben vedere, è proprio la motivazione a guidare le scelte della nostra vita. Certe volte, però, può capitare che a farci prendere la decisione giusta sia la motivazione sbagliata.

Probabilmente starai pensando: “poco male, l’importante è imboccare la strada giusta“. Ho una brutta notizia per te, se portare la tua azienda su Facebook è frutto della decisione sbagliata, non ne comprenderai appieno le dinamiche e le potenzialità, analizzando le metriche sbagliate e rimanendo deluso.

Facebook può essere una fantastica risorsa per te e per la tua azienda, ma la motivazione che ti spinge ad investire soldi e tempo sulla piattaforma di Zuckemberg deve essere seria e razionale.

Pagine facebook: i motivi che non funzionano

Wrong_way_sign

#1 Su Facebook ci sono tutti

Ecco di cosa sto parlando. Capita molto spesso di sentirsi dire “aprimi una pagina Facebook, su Facebook ci sono tutti”. Vero, si tratta sicuramente del social più abitato, ma non puoi basare la tua strategia su questa motivazione.

Perché? Semplice, per almeno due enormi motivi:

1)Strategia.
Che strategia è? Facebook è un paid media, in altri ambiti investiresti soldi e tempo solo perché “lo fanno tutti?“. Sono pronto a scommettere di no…
Ecco, come per qualsiasi altro canale pubblicitario o ambito aziendale, Facebook deve far parte della strategia della tua azienda. Anzi, in un certo senso è una strategia nella strategia.

2)Utenti.
Più di un miliardo di profili Facebook, non puoi pensare che TUTTI siano interessati al tuo prodotto e, soprattutto, saresti in grado di soddisfare TUTTI i potenziali clienti? Ti suggerisco di modificare questo “tutti” con un più realistico, utile ed efficace “mio target”.

#2 Su Facebook ci sono i miei concorrenti

Ecco l’altro grande errore! Se, da un lato, sapere che ci sono i tuoi concorrenti dovrebbe servirti come campanello d’allarme (“per quale motivo i miei competitors hanno deciso di usare i social media?“), dall’altro lato, una risposta intelligente potrebbe anche essere: chissenefrega!

Mi spiego. La scelta di inserire i social media nella tua strategia non deve essere dettata solo da fattori esterni. Non puoi basare le scelte della tua azienda solo ed esclusivamente su ciò che fanno gli altri per una serie di buone ragioni.

#1 Quando da bambino cercavo di giustificare le mie azioni dicendo “lo fa anche lui”, mia nonna era solita rispondermi: “quindi se lui si butta da un ponte ti butti anche tu?“. Si tratta della stessa identica cosa: se il tuo concorrente dovesse optare per delle scelte suicide per la sua azienda, lo faresti anche tu? No, direi di no.

#2 La tua azienda è diversa dalla sua, sei d’accordo? Potrete anche stare nello stesso settore, ma sicuramente tu avrai qualche punto forte da mettere in mostra, ed è proprio quello il “di più” che dovresti volere comunicare. In parole povere, fai le tue valutazioni in maniera autonoma, con un occhio ai competitors.

#3 Ma sì, proviamoci

Stiamo parlando di business. La motivazione che ti spinge ad aprire una pagina Facebook non può essere “mi hanno detto che funziona” perché, amico mio, non funzionerà. I social media non sono un gioco e non devono essere una scommessa. I social media sono un mondo di opportunità da cogliere, ma bisogna farlo in maniera strutturata, razionale e con obiettivi ben definiti. Altrimenti getterai al vento risorse, opportunità, tempo ed energie e ti convincerai che i social media non servono a nulla.

Sei pronto ad aprire una pagina Facebook se…

Come ho ripetuto più volte, non esiste improvvisazione. Tutto deve passare da un’attenta analisi preliminare della tua situazione, del mercato, del tuo target e dei tuoi concorrenti. Dopo aver fatto ciò, ma sempre prima di partire, devi aver capito le opportunità offerte dai social media in generale da Facebook in particolare. Poi, ancora, devi creare una strategia con obiettivi precisi, selezionare e produrre i contenuti e creare il piano editoriale. Fatto tutto questo, sei pronto per iniziare, ma per ottenere i risultati tangibili dovrai aspettare…

Ecco a te 10 domande sui cui focalizzare la tua attenzione prima di prendere una decisione, spero possano esserti utili:

#1 Dopo aver analizzato settore, target e competitors hai capito le potenzialità dei social media?

#2 Hai intenzione di considerarlo uno strumento efficace per il tuo business e non un semplice gioco?

#3 Hai qualcosa da raccontare?

#4 Hai una strategia?

#5 Sei conscio del fatto che i risultati non arriveranno dall’oggi al domani?

#6 Hai il tempo e le competenze per farlo?

#7 Per quale motivo hai deciso di aprire una pagina facebook?

#8 Hai bene in mente obiettivi e target?

#9 Hai creato una strategia?

#10 Ci credi davvero?

Conclusione: la motivazione fa la differenza!

Esatto! Il motivo che ti spinge a fare una cosa piuttosto che un’altra può fare la differenza. Aprire una pagina facebook solo perché lo fanno tutti o tanto per fare un tentativo non ti porterà da nessuna parte. Non solo, ti farà perdere fiducia nei social media, strumenti a mio avviso imprescindibili per comunicare in maniera efficace l’universo legato alla tua azienda.

Il primo passo che devi fare, perciò, è capire quale sia la motivazione reale che ti spinge ad intraprendere questa strada e, solo dopo esserti accertato della sua bontà, inserire i social media nella tua strategia, come per qualsiasi altro investimento.

In questo modo, ne sono certo, potrai sfruttare le potenzialità dello strumento “social media”.

Pagine Facebook: trova la motivazione giusta! ultima modifica: 2015-10-02T17:02:40+00:00 da Erick Bazzani
Condivisioni