Allineare il testo per il web

Per ottenere grandi risultati non ti basta scrivere un contenuto utile ma devi curare anche gli aspetti legati alla leggibilità e all’ottimizzazione per rendere felici i motori di ricerca. L’ordine, peraltro, non è casuale: per prima cosa devi creare un contenuto utile per i tuoi lettori, poi devi fare in modo che il tuo articolo risulti semplice da leggere intervenendo sul layout e, infine, lavora per rendere piacevole il tuo post anche ai bot.

Oggi parliamo di layout e in particolare dell’allineamento del testo per il web.

fonte: ilovecreativity.com
fonte: ilovecreativity.com

Allineare un testo: perché non usare il giustificato

Dal punto di vista dei contenuti, il tuo post deve essere originale, creativo e, soprattutto, deve fornire qualcosa a chi lo legge: insomma, deve essere utile. Dal punto di vista della forma, invece, il tuo post deve essere piacevole, presentare delle immagini, deve avere un tone of voice in linea con il tuo target e deve essere di facile lettura.

L’ultimo punto, ovvero la leggibilità del testo, riguarda due punti: scrivi con un tone of voice che si adatti ai tuoi lettori e rendi piacevole l’aspetto del tuo post.

L’abbiamo detto più volte: il lettore deve stare comodo mentre legge il tuo articolo. Il comfort, infatti, è un fattore che ci condiziona molto quando leggiamo qualcosa da un dispositivo, che sia un computer, un tablet o uno smartphone.
Chi ti legge, che sia a casa, in ufficio, sul tram o chissà dove, deve andare incontro ad una lettura piacevole che non provochi uno sforzo eccessivo.

Ti sembra assurdo? Pensa a quanti articoli non hai finito di leggere perché erano lunghi e faticosi, o perché quel sito, magari senza un motivo particolare, proprio non ti piaceva!

Sinistra, destra, centro e giustificato: quale scegliere?

Ecco, quindi, che la scelta della forma, del colore e dell’allineamento del testo diventa un fattore fondamentale in fase di pubblicazione di un post sul tuo blog.

 

Le soluzioni offerte dai vari editor di testo sono quattro, ma prima di scegliere ti consiglio di prestare attenzione alle esigenze dei tuoi lettori.

Allineamento a destra

Questo tipo di allineamento, secondo me non merita una riflessione troppo ampia: è anti-intuitivo e rende la lettura di un blogpost quasi impossibile. Passiamo oltre.

Allineamento centrato

Stai pubblicando una poesia, un pensiero molto romantico o un elenco? Hai un blog molto particolare?

In questi casi puoi valutare l’idea di allineare il tuo post a centro pagina, altrimenti te lo sconsiglio: sembra una forzatura creativa non necessaria, specie se il tuo è blog che affronta argomenti molto tecnici.

Attenzione, poi, al tipo ti template che hai installato, perché rischi che il tuo testo non venga centrato in mezzo alla pagina, ma nel primo terzo partendo da sinistra, specie se la pagina non è a piena larghezza o se hai dei widget attivi.

Giustificato

Il giustificato può davvero trarti in inganno.Infatti, se da un lato il tuo testo potrà apparire più pulito ed ordinato, dall’altro la lettura dell’articolo risulterà difficile, poiché il testo apparirà tutto uguale. Un muro di lettere equidistanti ti si para davanti nel momento in cui inizi la lettura, apparendo di fatto tutto uguale.

Questo, malgrado la sempreverde possibilità di utilizzare i paragrafi e gli a capo, significa che il lettore dovrà seguire la lettura con il dito per evitare di perdere il filo. Immaginalo sul tram che cerca di leggere un articolo sul suo smartphone. Non il massimo, vero?

Allineamento a sinistra

Lascia che te lo dica forte e chiaro: con l’allineamento a sinistra non sbagli mai!
Ok, magari non sarà “pulito” e sarà sicuramente una soluzione meno creativa di altre, ma così facendo darai modo al lettore di trovarsi di fronte ad un articolo di facile lettura, potendo senza sforzo concentrarsi sui tuoi contenuti di ottima qualità.

In conclusione: come allineare post

In conclusione, quindi, sono convinto che l’allineamento a sinistra sia una sorta di soluzione sicura. Anche se magari il testo potrà sembrare meno ordinato e pulito alla vista, sarà molto meno faticoso per il lettore, che potrà così concentrarsi su quello che hai scritto.

In una giungla di contenuti, dove attirare il lettore può essere un’impresa davvero ardua, rendere “facile” l’articolo (sì, l’ho ripetuto un bel po’ di volte) può fare la differenza tra il tuo blog ed un altro.

Oggi abbiamo parlato dell’allineamento, presto parleremo dei paragrafi e della formattazione del testo 😉

Adesso tocca a te: cosa ne pensi? Credi che la scelta dell’allineamento possa servire a qualcosa o pensi che sia solo un vezzo dell’autore? Scrivimi nei commenti: sono molto curioso!

Allineare il testo per il web ultima modifica: 2017-03-21T12:30:24+00:00 da Erick Bazzani
  • Claudio Pepoli

    è una questione di web perchè si legge su uno schermo? mi sembra che i libri su carta stampata siano tutti giustificati ( a parte le poesie)

    • Ciao Claudio, si esatto. Lasciare il testo allineato a sinistra aiuta a rendere il testo più semplice da leggere da un computer o da uno smartphone, perché evita l’effetto “muro di parole”

  • Nicola

    Grazie per i tuoi spunti e le tue riflessioni. Stavo appunto cercando sul web come mai il giustificato fosse in via di estinzione. Trovo il tuo punto di vista valido, allo stesso tempo amo molto i testi giustificati e nei siti che gestiscono continuo ad usarlo. L’allineamento a sinistra mi da effettivamente l’idea di disordine e non mi piace per niente, considera comunque che evidenzio il testo sia con grassetto sia con un ulteriore colore (per le parti più importanti) e la leggibilità resta alta.
    Uso Getresponse come programma di gestione delle mailinglist e il fatto che il giustificato non sia tra le opzioni di default per creare delle email mi irrita un po’ (devo mettere sempre mano al codice). Essendo le email di solito impostate con una o più colonne di tetso non troppo larghe secondo me il problema della leggibilità non si porrebbe proprio.
    Nicola***

    • Grazie per il commento! 😉 Sì, forse con più colonne eviteresti il problema, così come con la soluzione di colori diversi e grassetti. Certo, il dubbio sulla leggibilità di un grande blocco di testo mi resta, malgrado la pulizia a prima vista offerta dal giustificato.

Condivisioni