5 errori da non commettere quando pubblichi un articolo

Pubblicare un articolo sul blog è un’operazione davvero facile. Così facile che rischi per forza di distrarti e fare un passo falso, rovinando tutto il tuo lavoro. Delle volte, lo ammetto, è capitato anche me: ero così preso dall’entusiasmo e dalla voglia di far vedere ciò che scrivevo che, senza accorgermene, ho commesso un degli errori di cui ti parlo in questo articolo.

Fonte: ilovecreativity
Fonte: ilovecreativity

6 errori da non commettere mentre pubblichi un post

Gli errori sono dietro l’angolo e, soprattutto, sono tantissimi. Ecco qui i primi 5:

1) Non rileggere

Signore e Signori ecco a voi il Re degli errori.

Per carità, il refuso è sempre dietro l’angolo, pronto ad infiltrarsi proprio lì, nel tuo post perfetto! Lui è fatto così, non è interessato al tuo peggior articolo, no, lui vuole rovinare il tuo capolavoro. E contro il refuso puoi farci poco: non importa quante volte rileggerai la bozza del tuo articolo, lui spunterà sempre durante la lettura di quello pubblicato. Amen!

Quando parlo di non rileggere, in realtà mi riferisco al pezzo in generale. Magari, preso dalla fretta di scrivere, hai esposto concetti che erano chiarissimi nella tua testa, ma che una volta online risultano incomprensibili!

CONSIGLIO: Una volta preparata la bozza vai a bere un caffè o fai una passeggiata. Quando torni accendi il Pc, rileggi bene e poi pubblica il tuo articolo. Ti stupirai.

2) Tag, Categorie, Descrizioni

Bene, ho scritto l’articolo, posso pubblic..“. No, aspetta un attimo. Ti sei ricordato di compilare tutti i campi? Hai scelto una categoria, i tag giusti e la meta descrizione? NO?

Lascia che ti chieda una cosa: cosa c’è di più brutto del leggere senza categoria in fondo ad un articolo? Cosa significa senza categoria?
Ci sono due possibilità per cui possa apparire quella scritta in fondo al tuo post:

  1. Ti sei dimenticato di assegnare la categoria al tuo articolo;
  2. Il tuo articolo è assolutamente slegato dall’argomento del tuo blog;

Non sono in grado di dirti quale sia la peggiore tra le due.
Poi ci sono i Tag: non esagerare, metti solo quelli davvero pertinenti e che aiutino il lettore ad orientarsi nel tuo blog. Non stai pubblicando un’immagine su instagram, usa i tag in maniera a funzionale.

E la meta descrizione? La meta descrizione è la scritta che appare sotto il titolo nelle ricerche su google, ed è importante perché serve a fornire la prima descrizione dell’articolo e, soprattutto, per invogliare il lettore ad aprire il tuo articolo. Non dimentarci di compilarla: se non lo fai, il tuo cms potrebbe mostrare quello che hai inserito nel campo riassunto o, peggio, l’inzio dell’articolo, senza che tu possa intervenire.

3) Esagerare con le immagini

Sei su un blog: a meno che tu non ti occupi di fotografia, o che il tuo non sia un photoblog, ricordati di dare centralità al testo. Non solo, esagerare con le immagini è controproducente anche da un punto di vista tecnico: se serve troppo tempo per caricare la pagina il lettore virerà su un altro blog.

“Quindi? Quante immagini devo pubblicare?”

Un numero perfetto non esiste. Le immagini devono servire a rendere piacevole il tuo testo: anche l’occhio vuole la sua parte! Esagerare, però, distoglie l’attenzione, rende difficile la lettura del tuo articolo e stanca il lettore.

4)Non condividerlo come si deve

Ok, hai pubblicato il tuo articolo sul tuo blog. Adesso vai pure a farti un giro. No, aspetta, è uno scherzo.

Prima devi condividere il tuo articolo con il tuo pubblico: specie se non hai un blog di fama mondiale (ma anche il quel caso devi farlo), ricordati di condividere sui social il tuo articolo, ma senza spammare in ogni dove. Probabilmente tratterai di un argomento specifico, esiste una community? Bene, è lì che andrai a condividere il tuo articolo! Poi, chiaro, usa tutti gli altri spazi (il tuo profilo/la tua pagina Facebook, Twitter e quant’altro) in maniera ponderata.

5)Utilizzare un font fastidioso

In un blog ci sono tanti luoghi e tanti momenti in cui essere creativo, ma la scelta del font non rientra le campo dell’originalità. Mi spiego meglio, più che la creatività, nella scelta del font devi concentrarti sulla leggibilità e sull’armonia.

Ci sono fior fior di web designers che reputano i font troppo creativi come delle vere e proprie coltellate alle spalle.

Errori da non commettere: conclusione

Come ti ho detto, gli errori e le pratiche da evitare sono sempre dietro l’angolo. Refusi, errori ortografici e invasioni di campo da parte del correttore automatico sono quelli più evidenti, ma ce ne sono alti…

Proprio per questo motivo, ci sono alcuni rimedi. Io, ad esempio, scrivo l’articolo tempo prima della data di pubblicazione che ho stabilito nel mio piano editoriale, così da poter rileggere con tutta calma e con la mente più fresca.

Nella maggior parte dei casi, funziona!

5 errori da non commettere quando pubblichi un articolo ultima modifica: 2015-06-22T07:56:22+00:00 da Erick Bazzani
Condivisioni